10/06/2008

 

NOI SIAMO QUELLI CHE VANNO PER MARE

INTERVISTA A 

GIANLUCA IANNONE

 

 

 

 

 

 

1    Chi è Gianluca Iannone?

 

Bella domanda…posso rispondere sono io e basta?

Gianluca Iannone nasce l’11 agosto del 1973 a Roma.

Giornalista pubblicista, regista, scrittore, scultore in divenire, ex sergente, marito e padre, pseudo musicista ma soprattutto è un fascista del terzo millennio.

 

2    Che cos’è la Politica per lei?

 

 

La politica è l’occasione che ogni uomo ha per far valere le proprie Idee 

e per incontrare i propri simili.

Questo almeno nella teoria…

 

3    L’associazione CasaPound Italia è….?

 

Casapound Italia è un associazione culturale, 

un movimento apartitico di uomini liberi e di Idee forti.

 

4    Perché è stato espulso dalla Fiamma Tricolore?

Per l’occupazione della sede centrale o per quello che ha chiesto?

 

Sono stato espulso dalla fiamma tricolore per aver occupato la segreteria nazionale 

e per aver chiesto il congresso nazionale. 

Sono stato espulso per aver chiesto quello che la base chiedeva:

l’attuazione dello statuto.

 

 

5    Dopo la sua espulsione tutta CasaPound e il Blocco Studentesco, 

sono fuoriusciti dalla Fiamma Tricolore, 

è per lei una costatazione di stima 

o una consapevolezza di aver scoperto il gioco di Fiamma Tricolore?

 

 

Devo ammettere che l’effetto domino avvenuto dopo la mia espulsione mi ha commosso. 

E’ stato un attestato di stima e amore molto importante…

La piccolezza e la miope arroganza della “dirigenza” della Fiamma 

ha solamente confermato la sua natura.

 

 

6    Se il gioco si fa duro?

 

 

Tutti schierati.

 

7    La sua idea per il Popolo?

 

MUTUO SOCIALE. 

Ovvero la creazione di un ente statale regionale che costruisca 

a prezzo di costo città giardino (tipo Garbatella per intenderci) 

su terreno demaniale e le assegni ai cittadini in emergenza abitativa.

Secondo nostri studi con esperti del settore, 

una casa di 100 mq costruita su terreno demaniale, viene a costare 800 euro al metro quadro. Quindi stiamo dichiarando che una casa di 100 mq 

viene a costare al cittadino senza casa 80.000 euro. 

160 vecchi milioni di lire da riconsegnare allo stato 

con una rata che non superi l’1/5 delle entrate della propria famiglia. 

Casa che sarà per sempre sua e che nessuno potrà mai togliergli, 

casa cmq che non sarà soggetta a mercato, cioè non si può affittare, né rivendere. 

L’1% della casa acquistata con mutuo sociale resterà di proprietà dell’ente per evitare speculazioni.

Per saperne di più c’è cmq il nostro sito www.mutuosociale.org

 

 

8    La sua idea per il Popolo?

 

Sezione del fronte della gioventù al Tuscolano:

ACCA Larenzia. Ho iniziato in quella sezione simbolo, all’età di 14 anni.

 

 

9    Chi più di tutti ha formato il suo modo di fare Politica?

 

Bhè a livello umano ognuno mi ha insegnato e continua ad insegnarmi qualcosa.

Dal mio primo segretario di ieri  al mio ultimo militante di oggi 

diciamo che non si finisce mai di imparare .

 

10    Tra tutte le cose cha ha fatto o che sta facendo, 

Occidentale, Zetazeroalfa, Radio Bandiera Nera, CasaPound, Il Mutuo Sociale, ecc…

Cosa le sta più a Cuore? 

 

Non riesco a vederle come cose a sé stanti. 

Sono tutti ingranaggi della stessa macchina…sono tutte espressioni dello stesso mondo. 

Armi o bandiere del pensiero non conforme. 

Stessa dignità stesso valore.

 

11    Che cosa vuol dire Destra?

 

La parte dove storicamente sono stati “rinchiusi” i fascisti DOPO la seconda guerra mondiale.

 

 

12    Lei crede che sia possibile avere una Destra unita?

 

 

Sinceramente non mi sono mai posto il problema.

 

 

13    E con che prospettive?

 

L’unica prospettiva possibile è il superamento di tali categorie.

 

14    I Giovani oggi sono presi da molteplici interessi, 

per molti la politica passa in secondo piano:

     secondo lei è possibile riportare i giovani a fare politica come negli anni 70?

 

Per l’amor di dio no, come gli anni 70 no!

Guenon diceva meglio l’ateismo a una finta religione.

 Negli anni 70 c’era un odio cieco. 

C’era una mistificazione di massa, una lobotomia generalizzata un falso impegno politico.

C’era molto più conformismo di oggi.

Faccio un esempio:

Oggi sognano tutti di essere vip e come tali si vestono,

negli anni 70 tutti erano rivoluzionari e come tali si atteggiavano.

La gioventù di oggi è libera dal veleno dell’antifascismo. 

Nella consulta provinciale degli studenti di Roma, 

il Blocco studentesco ha preso 37.000 voti pari al 25% della consulta!

Questo è un dato secondo me importantissimo. 

Significa che nel deserto creato dall’antifascismo stesso, 

le nostre oasi vengono premiate e vengono riconosciute  come unica alternativa possibile.

E poi  faccio io una domanda: 

se effettivamente negli anni 70 ci fu impegno politico e slancio sociale, 

dove sono finiti questi rivoluzionari? 

È possibile che NESSUNO è rimasto al proprio  posto di combattimento? 

Che cosa mai è successo? 

Eppure il tanto sangue versato da entrambe le parti avrebbe dovuto sacralizzare il tutto, no?

 

15    La situazione Politica oggi è molto critica:  

è possibile che si ricrei una situazione da anni di piombo?

 

“Quando la bestia è ferita è capace di qualsiasi cosa.”

Ieri c’era un TG in bianco e nero con un parruccone che dava le notizie che doveva dare; 

oggi c’è internet. 

Sicuramente non avrebbe l’effetto sperato o ottenuto già in passato insomma. 

Certo è che resta sempre una pericolosa variabile in agguato.

 

 

16    Che cosa consiglia ad un Padre di famiglia, come Me o Lei per poter mantenere i nostri figli con sani principi, con tutte le difficoltà dovute alla cattiva informazione e al crollo dei valori

della famiglia e della religione? 

I nostri figli come vedranno il loro futuro?

 

Essere padri e madri oggi è sempre più difficile.

Per mille motivi dalla propaganda alla vivibilità delle nostre città, dalla mancanza totale di tutela per la famiglia all’insegnamento scolastico insomma 

oggi è davvero da pazzi mettere su famiglia.

Ma cosa c’è di meglio di una “pazzia” dovuta ad una scelta  d’amore ?

Consiglio ai neo genitori e a quelli che verranno in futuro di avere sempre il tempo necessario  per i propri figli e di farli crescere con gli altri figli della comunità.

E’ importante che da subito capiscano l’appartenenza ad un popolo che non si è mai arreso.

 

17    Come si forma una coscienza politica nel cuore di una 

Nazione ormai priva di una reale consapevolezza storica? 

A scuola (dove mancano professori coraggiosi)? 

Per strada (dove non c’è più confronto aperto)?

 

 

Si forma leggendo libri “maledetti.”

Si forma guardandosi dentro.

Si forma frequentando i propri simili e rifiutando canoni e modelli estranei. 

Si forma anche formando gli altri, facendosi conoscere, mostrandosi, aprendosi, salendo.

E poi mi ripeto.

Oggi c’è internet.

Tutti possono vederti.

E questo ha fatto fare passi da gigante al nostro mondo.

 

 

18    Se le dico “ i falsi uomini” che mi dice?

 

Dovrei fare una lista? Lasciamo perdere…

  

19    Uno slogan che la  identifica?

 

ME NE FREGO.

 

20    Che cosa c’è nella politica che le da fastidio?

 

La mancanza totale di meritocrazia.

Un tempo i politici erano i migliori figli del popolo scelti per guidarlo. 

Oggi invece i rappresentanti della nazione sono quelli che più di altri hanno abbandonato 

il loro essere, hanno smussato tutti gli spigoli del proprio pensiero  per essere accettati. 

Più si diventa neutri, servili e ruffiani e più si viene premiati.

 

21    La parola Camerata a me sembra che venga usata a volte in maniera errata, 

quale è secondo lei è il vero significato della parola Camerata?

 

Fratello nella battaglia.

Bisogna ripulire questo termine dalle situazioni macchiettistiche 

e nostalgiche, va rivalutata e usata con orgoglio anche oggi, nel 2008.

 

22    Lei si considera un Fascista?

 

Certo.

 

23    Una frase che la caratterizza?

 

Gli uomini si dividono in 3 categorie:i vivi, i morti e quelli che vanno per mare.

Anche se non è una frase prettamente fascista, 

amo questa frase di un detto greco che indica appunto l’uomo oltre, 

quello che esce dalle categorie comuni per seguire il proprio istinto la propria sete.

Noi siamo quelli che vanno per mare.

                                              

  24     Cosa è politicamente  scorretto?

 

Noi siamo politicamente scorretti.

Perché chiamiamo le cose con il proprio nome e non siamo schiavi della carità e della tolleranza.

 

25    Un momento della sua vita che ricorda volentieri?

 

La nascita dei miei figli, l’occupazione di casapound, 

i concerti di Zetazeroalfa, l’inizio trasmissioni di Radio Bandiera Nera

insomma ho un vagone di  piacevoli ricordi.

 

26    Quando si è maturi politicamente?

 

Dopo la prima notte passata in carcere per motivi politici.

 

27    Il personaggio che  ricorda più volentieri della musica alternativa dei primi Campi Hobbit?

 

 L’altro giorno Flavio, mio camerata e amico con il quale condivido varie manie, 

mi ha regalato un 33 giri ormai introvabile “ad un passo del cielo c’è” di Michele de Fiò.

Mi ha riempito il cuore di gioia.

 

28    Le canzoni più importanti, per lei, della musica alternativa, nei vari anni? 

 

 

Bhe ci sono canzoni bellissime di quegli anni.

Jean, la ballata del francotiratore, ritorno, strade d’Europa, ragazza del mio amico, 

canti assassini, queste sono quelle che ogni volta che le ascolto mi fanno venire la pelle d’oca.

 

 

29    Il suo istinto vero?

 

Io sono un leone.

 

30    Come vuol chiudere l'intervista?

 

La strage di Bologna non è fascista, Luigi Ciavardini è innocente.

 

 

 

Grazie Gianluca

 

Pantini Stefano

 

PAGINA INIZIALE