croce_celtica.JPG

24/05/2008

Con il piacere di intervenire dove si dedica prezioso tempo libero ad un ideale, 

e dove si prova a tenere alta la spiritualità dell'essere, 

credo che un qualsiasi progetto atto a coedere la moltitudine di piccole, fino a microrealtà, 

in area della cosiddetta destra radicale, sia molto improbabile a materializzarsi. 

Del resto sono troppe le sfumature, i percorsi, le correnti ideali, la stessa lettura della recente storia italiana .... 

e figuriamoci come poter far fare anche un solo passo indietro a chi, in qualche modo, 

non ha ceduto al capitalismo liberaldemocratico standardizzato ed imperante ....

Il tempo ormai corre ad una velocità supersonica, e la società sedicente democratica, quella dell'uomo democratico, 

lo rincorre spolmonata e asfittica fra mille barcollamenti, ma non stramazza: fino a quando?

Hanno, in una manciata di anni,distrutto il Movimento Sociale, 

cancellatone il figlio illegittimo Alleanza Nazionale, 

e finalmente il sogno che si sta compiendo: ai vertici del potere liberalcapitalista e della liberaldemocrazia. 

Certo! Ma comandano loro però, ovviamente democraticamente: 

una oligarchia despotica al servizio di banche e multinazionali, 

che ci sta cancellando biecamente.

Il tempo scolorisce poi i colori, i ricordi, affievolisce gli eventi trascorsi, 

ma si dovrebbe proprio partire da dove Stefano ha ricominciato: La Mosca Bianca. 

Un gran bel progetto sociopolitico (cartaceo, per l'unica possibilità di divulgazione allora attuabile) di Michele di Fiò, 

cantautore censurato da discografici, stampa di settore, critici (tutti democratici evidentemente)

e soprattutto dai suoi coetanei e stomachevoli dirigenti giovanili di partito, 

che avevano già diabolicamente progettato tutto quasi trent'anni fa: Fini, La Russa, Gasparri ....


Luigi Papi

croce_celtica.JPG

21/05/2008

Hai pienamente ragione.

Io sono uno di quelli che ha votato PDL  perché non
avevo valide alternative in grado di offrire un risultato elettorale che
garantisse un governo di destra.

Ma ho un dubbio che vorrei esprimerti:

Che credibilità può avere ad oggi una destra fatta di elementi che sono in pieno
disaccordo tra loro e che curano solo i propri interessi personali?

Credo che ci vorrebbero persone nuove e un programma politico coerente.

Allora siche ci sarà una destra credibile e pienamente eleggibile.

Se sbaglio dimmelo.
                                                       distinti saluti
                                                       Marco Capo

croce_celtica.JPG

Grazie Amici della Mosca Bianca per portare avanti

un impegno politico che  quelli che avrebbero

dovuto essere i responsabili eletti

per rappresentarci abbiano invece diretto il loro interesse ad uso personale, ad affiliazioni di comodo.

Tutto nel completo disinteresse delle intenzioni di base,

di una ideologia falsamente condivisa.

Eppure avrebbero dovuto imparare qualcosa dalla sinistra che per anni non ha fatto altro che comportarsi in maniera falsa, ipocrita, inciuciona, povera di idee,

sprecona, incapace, ecc.

Come si dice: “Finita la festa gabbato lo Santo”.

Quindi tutti nuovamente per conto proprio,

a dire in pratica le stesse cose,

ma seduti su di una poltrona di comando,

non subalterno a nessuno.

Meglio soli che male accompagnati.

E poi a tutt’oggi bastano ancora pochi voti per mantenersi

il posto nel Parlamento Europeo.

Pensare invece di fare Fronte insieme con tutta la destra non trasformista e lassista?

No eh??

Fa fatica impegnarsi veramente per una idea,

per un credo politico,

per un traguardo che come state facendo,

cari politici della finta destra,

è sempre più lontano.

Siete riusciti a farvi zittire dalla parte meno

destra della destra,

che però adesso ha il potere.

Bravi!!!

In conclusione, cari amici politici della destra,

vi domando:

Ma siete sicuri di essere in grado di rappresentarci?

Siete sicuri di essere capaci a fare politica?

Pensateci sopra e dopo, possibilmente,

vergognatevi.

Distinti Saluti

Giovanni Musumeci

 croce_celtica.JPG

Pagina Iniziale